Telefono: +39 327 6786235

Brevemente mi presento

Presentazione della dott.ssa Ilaria Rossi

La libertà esperienziale si ha quando l’individuo “si sente libero di riconoscere e elaborare le sue esperienze e i suoi sentimenti personali come crede… e non si sente costretto a negare o deformare le sue opinioni e atteggiamenti intimi per mantenere l’affetto e la stima delle persone importanti per lui” (Rogers e Kinget, 1965-66).

 

Sono Ilaria Rossi, Psicologa e Psicoterapeuta con approccio umanistico-esistenziale; nata a Roma il 6 maggio 1968.

Iscritta all‘Albo degli Psicologi della regione Lazio con il n. 6954.

Ricevo su appuntamento a Roma. 

 

Formazione

Ho iniziato il mio percorso professionale da psicologa laureandomi in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, trattando tematiche psicologiche sulla persona nel contesto lavorativo, nella salute e sicurezza, e nella promozione delle salute.

Mi sono specializzata in Psicoterapia individuale e di gruppo Centrata sul Cliente presso l’Istituto dell’Approccio Centrato sulla Persona nella sede di Roma.

Ho conseguito diversi master, e corsi di aggiornamento professionale; proseguo gli aggiornamenti sulle tematiche riferite ai traumi affettivi e relazionali.

Mi sono formata al II° livello del Corso formativo EMDR presso l’”Associazione EMDR Italia” specifico per il trattamento di eventi traumatici.

Ho potuto accrescere la mia professionalità collaborando in diversi gruppi interdisciplinari nel settore sanitario, sociale e lavorativo per diversi enti e istituti.

Ho maturato l’esperienza clinica sia nel privato e sia presso enti pubblici come il Centro Antimobbing (ASL RMD) e il Centro di Salute Mentale (ASLRMH).

 

Nella Psicoterapia Centrata sulla Persona (anche detta Centrata sul Cliente o Rogersiana), si intraprende un percorso specifico sulla persona, in base agli obiettivi che ci si prefigge di raggiungere.  La base della psicoterapia è il cambiamento con il (ri)entrare in contatto con le parti del Sé (o Io) che nel tempo sono state deformate, attraverso meccanismi di difesa; questi meccanismi sono stati attivati per poter essere accettati dalle persone o per “sopravvivere” al dolore.

Mi occupo di adolescenti e adulti, sugli aspetti di crescita personale, di aiuto nelle difficoltà relazionali con l’altro/a e di coppia. Gli ambiti di intervento psicoterapeutico sono per vissuti di malessere, e disturbi che si hanno nei diversi contesti di vita: personali -amore e amicizia-, familiari, scolastici e lavoro.

Quindi, questo tipo di psicoterapia è utile e funziona nel momento in cui si decide di cambiare alcune condizioni personali e situazioni che conducono ad uno stato d’angoscia, o si percepisce qualcosa che non va nella propria vita.

Alcune delle sensazioni di malessere possono essere descritte come il vivere situazioni in cui sembra che tutto “remi contro”, o quando  si percepisce la sensazione che i problemi da affrontare sembrano tanti e difficili da risolvere , oppure quando il corpo comunica che ci sono delle difficoltà, attraverso attacchi di panico, fobie e altre manifestazioni.

Mi occupo di:
  • Disturbi d’ansia, stress (nocivo) e attacchi di panico
  • Fobie, fobie sociali o fobie specifiche
  • Dipendenza affettiva (disfunzionale) e comportamenti di evitamento affettivo
  • Depressione e disturbi dell’umore
  • Disturbi dell’alimentazione
  • Disturbi ossessivi-compulsivi
  • Disagi lavorativi – mobbing, burnout, stress lavoro-correlato –
  • Lutti e separazioni
  • Problematiche di coppia
  • Disturbi di personalità

 

Nella terapia di coppia lavoro per sostenerla nel periodo di difficoltà, che può accadere in alcune fasi della vita. In un percorso di facilitazione alla condivisione, al confronto, alla chiarezza, e alla consapevolezza di risorse e limiti, per giungere alla decisione di intraprendere una separazione “accettante” o una ri-unione della coppia.

Inoltre, utilizzo e integro, rispetto alla Psicoterapia Centrata sulla Persona, il metodo dell’EMDR – (eye movement desensitation reprocessing). Tale metodo è caratterizzato da una stimolazione oculare per desensibilizzare e rielaborare traumi – condizioni di stress – gravi, quali: incidenti, infortuni, violenze e abusi.

Il suddetto metodo è utile anche nei disturbi legati alle dipendenze o all’ansia e per vissuti frequenti di flashback che conducono a stati emotivo-cognitivi disfunzionali, che incidono negativamente sul vivere quotidiano della persona.

Promuovo, organizzo e svolgo gruppi esperienziali su tematiche legate al benessere e crescita personale; sono esperta docente per corsi di formazione professionale e formazione socio-sanitaria.

Torna su